Perversioni fotografiche

E da dove se non dal Giappone? Una piccola selezione delle foto di Nobuyoshi Araki, il sito non vi aiuterà molto per vedere i suoi scatti, visto che è tutto in giapponese e soprattutto non sembra funzionare moltissimo, ma cercando su google immagini si possono vedere molte cose, io mi sono limitato a pubblicare le su “foto di cose che sembrano altre cose”

4 8 9 3nobuyoshi_araki_foto_29 2tumblr_mdq7wydzki1r7xatro1_1280-640x424

Advertisements

Richard Mosse e Kodak aerochrome

Quello che mi ha colpito delle foto di questo fotografo irlandese RICHARD MOSSE è il nuovo utilizzo delle vecchie tecnologie e il fatto che ci sono ancora tante cose a nostra disposizione e di chi volesse avventurarsi nella fotografia analogica, certo ogni scelta ha un costo, ma i risultati, delle volte ripagano ampiamente la ricerca e delle volte la ricerca da più soddisfazione della foto stessa.

Le foto di questo articolo infatti non sono state ottenute con dei filtri di vari programmi fotografici facilmente reperibili sul mercato ma usando una pellicola ad infrarossi usata per scopi militari durante la seconda guerra mondiale per trovare gli insediamenti nemici coperti da quei pattern camo che tanto ci piacciono.

Il fotografo ha quindi usato questa “vecchia tecnologia” chiamata “Kodak aerochrome” per documentare il suo viaggio tra i guerriglieri nell’estremità orientale della Repubblica del Congo.

Mi rendo conto che i costi di queste tecnologie potrebbero essere proibitivi, ma mi chiedo quante altre tecnologie di questo tipo sono a nostra disposizione e per quanto tempo lo saranno ancora…Schermata 2012-12-21 a 11.21.25 Schermata 2012-12-21 a 11.21.42 Schermata 2012-12-21 a 11.22.01 Schermata 2012-12-21 a 11.22.33 Schermata 2012-12-21 a 11.22.56

Inspire

Proprio ieri parlavo con un amico del fatto che quando filmi o guardi skateboarding da abbastanza tempo arrivi ad un punto in cui hai bisogno di provare a filmare qualcosa d’altro, o semplicemente giocare con la fotografia, se non altro perchè diciamocelo, dopo un po guardarsi dei video tutti uguali con trick dopo trick comincia a diventare una noia, o almeno lo è per me.

Delle volte l’ispirazione per filmare delle cose che magari abbiamo sempre sotto agli occhi viene proprio dalla fotografia, colgo l’occasione per linkarvi delle foto  di un fotografo che lavora molto sull’architettura nel quale mi sono imbattuto oggi mentre vagavo per la rete : Paul Kilgour

Fotorafie sul cui lato artistico non riuscirete a concentrarvi

Barbara Nitke è un ottima fotografa specializzata in un genere che in un certo senso non passa mai di moda, ma che pochi fotografano con questa dedizione. Barbara Nitke fotografa i backstage dei film porno, ed ha fotografato soprattutto negli anni 80. Qui vi propongo gli scatti più soft, ovviamente se volete approfondire i suoi scatti basta che andiate a vedere il suo sito, così la prossima volta che intratterrete una conversazione con degli intellettuali avrete anche voi qualche cartuccia da sparare su artisti sottovalutati…

Barbara Nitke is a great photographer specilized in a category that never goes out of style. Barbara took pictures of the 80’s porno movie, here i choose some of the “softer” picture, but if you wanto to go deeper…